Definire il disturbo

Non è facile definire quali disturbi possono essere trattati in relazione a quale metodo. L’incontro terapeutico è prima di tutto un incontro tra due persone e se la definizione del disturbo diviene la misura della trattabilità limitiamo di fatto la potenzialità della situazione e con essa gli sviluppi possibili che la persona può mettere in atto per raggiungere una nuova serenità. Tuttavia noi tutti diamo dei nomi al nostro disagio e possiamo descriverlo entro categorie di uso comune, che a volte facilitano, a volte rendono più faticosa la comprensione di quello che realmente ci sta succedendo.
Il colloquio psicologico si propone di mettere a fuoco la situazione e la forma dei vissuti che ci coinvolgono, per intravederne le possibilità trasformative in essi racchiuse.

ANSIA E ATTACCHI DI PANICO

Il lavoro o i ritmi che siamo costretti a tenere nel nostro quotidiano, la fretta e le relazioni virtuali, la possibilità in ogni momento di essere...

Maggiori Informazioni
FOBIE E PAURE

La paura e il desiderio sono la strada maestra per la comprensione di noi stessi. Entrambi parlano...

Maggiori Informazioni
DEPRESSIONE E DISTURBI DELL' UMORE

Noi tutti attraversiamo della vita dei periodi più o meno lunghi di importante...

Maggiori Informazioni
PERCORSI DI COPPIA

Nelle relazioni le fantasie, le paure, le difficoltà di comunicazione possono spesso creare una distanza o una potente conflittualità...

Maggiori Informazioni
PROBLEMATICHE DELL'ADOLESCENZA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA'

Accade spesso che le famiglie vivano l'adolescenza dei figli come un terremoto emotivo. Litigi, oppositività, incomprensioni sono all'ordine del giorno e destabilizzano...

Maggiori Informazioni

“Una diagnosi non dice che cosa una persona abbia o cosa una persona sia. Una diagnosi descrive solamente un quadro clinico” James Hillman