Home > Attività > TERAPIA ANALITICA: IMMAGINAZIONE ATTIVA E INDIVIDUAZIONE
15 Novembre 2014

TERAPIA ANALITICA: IMMAGINAZIONE ATTIVA E INDIVIDUAZIONE

ORE 18,00  CENTRO CULTURALE LAURENTIANUM
INGRESSO LIBERO
 


"Il contributo più importante e più interessante della Psicologia Analitica all’idea di sviluppo psicologico è ciò che essa dice della parte di vita successiva al periodo di adattamento dell’individuo al contesto nel quale si trova a vivere. In questa fase, che corrisponde grosso modo alla maturazione adulta, si fa sentire nell’individuo l’esigenza e il compito etico di prender coscienza della propria interezza e complessità, anche in rapporto con la realtà trascendente.
Tale processo di sviluppo dell’individuo, e la spinta a differenziarsi e distinguersi dalla psicologia collettiva che ne consegue, prende il nome di “individuazione”. 

La domanda che riguarda quanto una persona sia progredita lungo le diverse fasi dello sviluppo individuale è diversa da quelle diagnostiche abitualmente poste in essere in una valutazione psicologica. In primo piano non è infatti la causalità del sintomo, bensì il “senso” che lo stesso assume nel processo di individuazione.

Gli sforzi fatti in terapia sono fondamentalmente indirizzati a promuovere e facilitare, o a sbloccare e far ripartire il processo di individuazione. Il terapeuta si avvale per questo anche dell’Immaginazione Attiva, ovvero di quel metodo, elaborato da C.G.Jung, che induce a concentrare l’attenzione e la curiosità sul mondo interno degli affetti, trasformandoli in immagini simboliche che, come nel gioco spontaneo dei bambini, assolvono una funzione terapeutica e di guida dello sviluppo psicologico."
da: www.anadiomene.it

Richiedi Informazioni Condividi su:
Facebook Nxn
Twitter Nxn
Whatsapp
Telegram
Email
15 Novembre 2014

PIAZZA FERRETTO 121 MESTRE

"Ogni umana attività è indotta dal desiderio"
Bertrand Russell